Enzo Cucchi - Costume Interiore

Questo evento si è tenuto nel passato

Dopo la presentazione di Simm’nervusi, nel 1996, Enzo Cucchi torna a Capodimonte, invadendone il cortile con una installazione nella quale si condensa il suo universo simbolico ed onirico e la libertà di una ricerca artistica che ha contribuito a farne, fin dagli anni settanta, uno dei protagonisti più originali e visionari della Transavanguardia.

L’opera è un deposito, reso esemplare nella forma cilindrica dal metallo, di energie che suscitano immagini, soffi di materia ed estensioni galleggianti nell’aria. Un tessuto visivo di una iconografia tridimensionale, sicuramente proveniente da un territorio di immagini tutto italiano che affonda le proprie ascendenze in un medioevo presente, dal quale l’artista marchigiano ha estratto la precaria spiritualità delle sue immagini, ridando all’arte il suo altrove e rendendola abitabile”.

La mostra, a cura di Achille Bonito Oliva, è accompagnata da un catalogo ideato per l’occasione dall’artista ed edito dagli Incontri Internazionali d’Arte, con la presentazione di Nicola Spinosa e i testi del curatore e di Graziella Lonardi Buontempo.

Cortile del Museo, tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. Chiuso mercoledì.

Ufficio stampa:

Incontri Internazionali d’Arte, Sara Paulucci tel. 06 68804009 fax 06 68803993;
e-mail [email protected]
Soprintendenza, Simona Golia tel. 081 2294478 fax 081 2294498;
e-mail [email protected]

Come arrivare:
dall’autostrada tangenziale uscita Capodimonte
dall’aeroporto Alibus fino a piazza Municipio e autobus C63/ R4
dalla stazione FS metropolitana linea 2 direz. Pozzuoli fermata Cavour
e autobus da piazza Museo 178 / M2 / 201;
metropolitana linea 2 direz. Pozzuoli fermata Montesanto
e autobus da piazza Dante C63 / R4
dalla stazione marittima (porto di Napoli) da piazza Municipio autobus C63 /R4



Centocittà

Centocittà offre informazioni sullo shopping, sui migliori negozi, sul tempo libero e gli eventi, ma anche sulle tradizioni, sul lavoro e su tutto ciò che può essere utile per vivere le città italiane.