Girard-Perregaux

La storia della Girard-Perregaux ha inizio ufficialmente nel 1856, quando Constant Girard e sua moglie Marie Perregaux aprono una manifattura a La Chaux-de-Fonds, Svizzera.

Le origini del marchio risalgono, però, molto più indietro nel tempo, al 1791, quando un giovanissimo orologiaio, Jean-François Bautte, firma il suo primo orologio, dando così inizio a una fortunata carriera, che lo porta, nel volgere di pochi anni, a fondare un proprio laboratorio a Ginevra e ad essere apprezzato in tutto il mondo per i suoi modelli ultra-piatti.

Quando, nel 1837, Jean-François Bautte muore, la manifattura che porta il suo nome viene ereditata dal figlio, Jacques Bautte, e dal genero, Samuel Rossel; nel 1906, essa verrà poi ceduta alla Girard-Perregaux & Cie.

La felice unione tra Constant Girard e Marie Perregaux, fa sì che l’azienda ottenga in pochi anni un grande successo. Nel 1867, il marchio Girard-Perregaux si fa conoscere in tutto il mondo per il celebre Tourbillon sous trois Ponts d’or (Tourbillon Tre Ponti d’Oro), un vero e proprio capolavoro, risultato di anni di ricerca, che si aggiudicherà così tanti riconoscimenti nelle più importanti competizioni internazionali ed è considerato il migliore orologio meccanico mai realizzato.La tradizione di innovazione iniziata da Jean Francois Bautte è stata continuata fino ad oggi da Girard-Perregaux.

Durante la sua lunga vita, la maison ha dato numerosi contributi emozionanti ed innovatori al mondo orologiero. Primo fra questi è il concetto dell'orologio da polso. Anche se alcuni orologi da tasca già erano stati modificati per essere portati al polso, Girard-Perregaux fu la prima maison orologiera a produrre questo genere di orologi in serie, intorno al 1880.

Bisogna aspettare il 1928 per vedere i primi successi dei segnatempo da polso, quando Otto Graef, orologiaio tedesco proprietario della Manifattura MIMO, compra uno stock di Girad-Perregaux. Due anni dopo la vendita degli orologi da polso sovrasta quella  degli orologi da taschino, comincia così a produrli in serie.

Da lì la Maison conquista l'Europa e l'America, a partire dal modello resistente all'acqua, SEA HAWK.

Negli anni '60 Girard-Perregaux è una delle poche manifatture con all' interno un reparto di Ricerca e Sviluppo, che gli permette di mettere a punto il Gyromatic, il movimento meccanico ad alta frequenza, diventato di diritto da collezione. Proprio grazie a questa innovazione la Maison ha superato la crisi economica dell'industria orologiera svizzera tra gli anni '70 e '80.

Nel 1993, Girard-Perregaux ha firmato un accordo con la Ferrari, ed ha realizzato una linea importante di cronografi sportivi. Dal 2006, Girard Perregaux, è impegnata insieme ad Oracle, nella conquista dell' America's Cup e da questa binomio, sono nati orologi dedicati alla manifestazione sportiva più famosa al mondo.

Girard-Perregaux ha sempre offerto ed offre orologi di alta qualità, che occupano la migliore posizione nel mercato contemporaneo della orologeria.

Prodotti/servizi: Alta orologeria.

Sito web: www.girard-perregaux.com

Negozi che vendono Girard-Perregaux

Aliotta

Vedi la scheda di  Aliotta

Via Garibaldi, 11 - Messina (Me) Sicilia

Barducci

Vedi la scheda di  Barducci

Via Strozzi, 22/R - Firenze (Fi) Toscana

Camparini Gioielli

Vedi la scheda di  Camparini Gioielli

Via Emilia San Pietro, 29/C - Reggio Emilia (Re) Emilia Romagna

Fiorentino Gioielleria

Vedi la scheda di  Fiorentino Gioielleria

Via Roma, 315 - Palermo (Pa) Sicilia

Gioielleria Casavola

Vedi la scheda di  Gioielleria Casavola

Via Leonardo da Vinci, 4 - Noci (Ba) Puglia

Oreste Troso

Vedi la scheda di  Oreste Troso

Piazza Sant'Oronzo, 7 - Lecce (Le) Puglia

Restivo

Vedi la scheda di  Restivo

Corso Italia, 268 - Catania (Ct) Sicilia

Vaccari Gioielli

Vedi la scheda di  Vaccari Gioielli

Via Emilia S.Pietro 27/b - Reggio Emilia (Re) Emilia Romagna




Centocittà

Centocittà offre informazioni sullo shopping, sui migliori negozi, sul tempo libero e gli eventi, ma anche sulle tradizioni, sul lavoro e su tutto ciò che può essere utile per vivere le città italiane.